La Svizzera è leader nell’uso dell’energia geotermica per il riscaldamento e la produzione di acqua calda sanitaria. Per un utilizzo sostenibile dei sistemi con sonde geotermiche è opportuno prevederne l’impiego anche per il raffrescamento estivo. La Scuola universitaria professionale della Svizzera italiana (SUPSI) ha esaminato a titolo illustrativo il potenziale del cosiddetto «geocooling» in un immobile residenziale a Lugano. È stato dimostrato che in questo modo il sottosuolo può essere rigenerato efficacemente nei mesi estivi dopo la sottrazione di calore in inverno; allo stesso tempo, gli edifici possono essere raffrescati raggiungendo un buon livello di comfort interno e con un consumo relativamente basso di energia elettrica. Nei primi due anni di funzionamento sono emerse delle problematiche alcune anche causate da un elevato tasso di umidità negli appartamenti. Il comfort abitativo per i residenti è stato quindi migliorato apportando ottimizzazioni all’impianto. www.bfe.admin.ch/ec-geothermie

Dr. Benedikt Vogel, giornalista scientifico, su incarico dell’UFE

L’article complet est aussi disponible en français.
Der Artikel ist auch in Deutsch erhältlich.

1 Stern2 Sterne3 Sterne4 Sterne5 Sterne Noch keine Bewertungen
Loading...
0 Kommentare

Dein Kommentar

An Diskussion beteiligen?
Hinterlasse uns Deinen Kommentar!

Schreiben Sie einen Kommentar

Ihre E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.

Diese Website verwendet Akismet, um Spam zu reduzieren. Erfahren Sie mehr darüber, wie Ihre Kommentardaten verarbeitet werden .