?

Una sfida d’altri tempi è quella che vedrà protagonisti uomini e macchine elettriche nell’evento più sostenibile dell’anno: il 1° Alpine Pearls E-Tour. Con il patrocinio dell‘ Unione Europea, del Ministero dell’Ambiente, del Ministero dei Trasporti, dell’Ente ricerca sistema energetico (RSE), di alcuni Parchi Nazionali e di diverse associazioni la carovana dell’E-tour vedrà impegnate 7 auto completamente elettriche che percorreranno dal 4 al 10 luglio un tragitto che unirà diverse località alpine europee con lo scopo di mostrare la funzionalità di una nuova idea di mobilità: quella sostenibile.

Come nella mitica Mille Miglia, usando solo gli elettroni, verranno percorsi 1.600 km, attraversati 6 paesi delle Alpi in 5 tappe, con un dislivello positivo di ben 16.000 metri a bordo di 7 auto, il tutto con un impatto sull’ambiente pari a zero. Alta tecnologia, passione per l’ambiente e turismo sostenibile saranno i punti chiave di questo E-tour. Principale promotore del progetto è Alpine Pearls, un’associazione di comuni nata nel 2006 come follow-up del progetto europeo Alps Mobility, con lo scopo di unire località alpine accumunate dalla missione di promuovere un turismo basato sulla mobilità sostenibile, nel rispetto dell’ambiente e di chi lo vive.

7 auto e 7 diversi equipaggi formati da esperti di mobilità elettrica, energie rinnovabili, turismo sostenibile e amministratori nel campo ambientale saranno gli ingredienti di questa impresa tutta Green. Il Tesla Destination Tour, Alpine Green Experience, Power Cruise Control e tutti gli altri equipaggi si muoveranno con alcune delle auto elettriche più diffuse sul mercato promosse da Nissan, Renault, Tesla, BMW e Jaguar.
A differenza della Mille Miglia, nell’Alpine Pearls E-Tour non ci saranno sfide di velocità, ma il fine ultimo di tutti gli equipaggi sarà quello di divulgare i temi principali che riguardano il turismo sostenibile e la sua fusione con la mobilità elettrica.

Fra le tappe e le intertappe principali vi saranno località che fanno parte di Alpine Pearls e non : Les Diablerets, Interlaken e Arosa in Svizzera,  Moso e Racines in Alto Adige, Moena in Trentino, Valbrenta in Veneto e Weissensee in Austria. Altri paesi della Francia e del Liechtenstein verranno attraversati dall’ Alpine Pearls E-tour con al seguito una Social Troupe per documentare il viaggio e valorizzare il grande impegno delle Perle Alpine  per promuovere un nuovo tipo di turismo anche sui social.

Aosta, Bolzano, Bled e Milano saranno le sedi delle conferenze stampa, il tutto per perseguire lo scopo della divulgazione di tematiche sulle quali le località di Alpine Pearls credono molto e che giorno dopo giorno stanno diventando sempre più oggetto di interesse.

Equipaggi, nuove tecnologie, viste mozzafiato e paesi incastonati tra le Alpi tutti uniti per divulgare un’idea di mobilità più vicina all’ambiente.

Giuseppe Cutano, Consigliere Comunale, Comune di Cogne, Valle d’Aosta, Italia

1 Stern2 Sterne3 Sterne4 Sterne5 Sterne 2 Vote(s), Durchschnitt: 5,00
Loading...
2 Antworten
  1. Lingenhel Stephan
    Lingenhel Stephan sagt:

    hallo energeia-team
    als interessierter leser sehe ich ihren bericht zu „alpine pearls“ welche/r NUR e-automobile behandeln/t = ich find dies zu einseitig!!
    gerade ihr medium hat doch zum ziel einen breite + offene sicht der gesamten energie-thematik zu behandeln/bearbeiten…? der e-auto-ersatz allein bietet nicht die ausreichenden problemlösungen unserer zeit. nun hoffe ich, dass sie auch einen bericht zur veranstaltung wie der WAVE-trophy https://wavetrophy.com/kontakt/ in der schweiz bringen, denn da wird mobilität im breiteren sinne behandelt + aufgezeigt + nicht wie bei den so genannten „pearls“ nur auto’s im fokus….(jedenfalls hab ich unter der energeia-suchfunktion keinen entsprechenden artikel über die wave gefunden)
    freue mich auf weitere interesante energeia-artikel+themen+diskussionen
    freundliche grüsse stephan lingenhel

    • energeiaplus
      energeiaplus sagt:

      Guten Tag Herr Lingenhel,
      Leider kannten wir dieses Wave-Rennen nicht.
      Wenn Sie die Organisatoren kennen, schlagen Sie vor, dass sie uns im nächsten Jahr vor ihrer Veranstaltung kontaktieren, um darüber in unserem Magazin zu berichten.

      Fabien Lüthi, Team energeiaplus

Kommentare sind deaktiviert.