Il tempo dall’alto


Nel 1959 è stato lanciato in orbita per la prima volta un satellite meteorologico. Si è cosi aperta la possibilità di osservare sistemi meteorologici di vaste proporzioni, rivoluzionando i metodi di previsione.

Da allora i satelliti e i loro sensori sono stati ulteriormente perfezionati e i campi di applicazione continuamente ampliati.

I dati satellitari sono utilizzati per analizzare la situazione meteorologica attuale, fornendo informazioni indispensabili per le previsioni elaborate dai modelli numerici. In particolare nell’emisfero sud, dove sono a disposizione poche osservazioni al suolo, i dati satellitari sono essenziali. Alcune serie di dati satellitari esistono ormai da diversi decenni e sono quindi usate per studiare i cambiamenti climatici e quantificarne l’influsso antropogenico.

Il sito tettosolare.ch mostra il ruolo che i dati satellitari possono giocare in ambito energetico. MeteoSvizzera deduce da questi la quantità di raggi di sole che raggiunge i tetti delle case e l’UFE calcola di conseguenza quanta energia solare può essere prodotta.

MeteoSvizzera

Quelle: Der Blog wurde zuerst unter www.meteoschweiz.ch publiziert. Er ist ebenfalls auf Deutsch und Französisch verfügbar.